Agevolazioni popolazioni terremotate

Colpite da eventi sismici del 24/08/2016 e successivi

Normativa di riferimento

Delibere ARERA 252/2017/R/com e 429/2020/R/com

Le misure disposte a favore delle popolazioni interessate dagli eventi sismici del 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017 (Centro Italia) e 21 agosto 2017 (isola di Ischia) prevedono agevolazioni in materia di fatturazione della fornitura di energia elettrica e gas naturale. Le misure, recepite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), consistono in:

  • agevolazioni di natura tariffaria
  • sospensione dei termini di pagamento delle bollette di energia elettrica e gas naturale
  • rateizzazione automatica e senza interessi degli importi delle bollette i cui termini sono stati sospesi (solo per il sisma del Centro Italia)

In particolare, nei casi indicati dalla Delibera ARERA 252/2017/R/com e s.m.i, le agevolazioni in generale, prevedono:

  • azzeramento dei corrispettivi per servizio elettrico e gas per nuove connessioni/allacciamenti, di-sattivazioni, riattivazioni, subentri e volture, per forniture uso domestico e per uso non domesti-co;
  • applicazione di una tariffa speciale agevolata, come previsto dalla delibera, ai consumi effettua-ti, sia per forniture uso domestico che uso non domestico.

La successiva Del. ARERA 587/2018/R/com, in attuazione delle norme previste dal D.L. 55/18, ha introdotto l’ulteriore azzeramento dei costi fissi di vendita per le forniture localizzate all’interno delle zone rosse, de-finite tali da apposite Ordinanze dei Sindaci dei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2 bis al d.l. 189/16.

NOVITA’ NORMATIVE

Delibera ARERA 111/2021/R/com

A seguito della Legge n. 21/2021 (che ha convertito il Decreto-legge Milleproroghe 2020) l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente), con la Del 111/2021/R/com, ha prorogato fino al 31 dicem-bre 2021 le agevolazioni tariffarie a favore delle popolazioni dei Comuni interessati dal sisma Italia Centrale (allegati 1, 2 e 2 bis al d.l. 189/16) con particolare riferimento:

  • Alle forniture localizzate in una «zona rossa» e alle soluzioni abitative di emergenza (SAE/MAPRE): In questo caso la proroga delle agevolazioni si applica automaticamente
  • Alle forniture relative a immobili inagibili: per ottenere le agevolazioni, i clienti titolari delle for-niture dovranno comunicare lo stato di inagibilità dell'abitazione entro il 30 aprile 2021 agli uffici lo-cali di Agenzia delle Entrate e INPS, come previsto dalla legge, ed entro il 30 giugno 2021 anche al proprio venditore (nel caso Dolomiti Energia), inviando l’apposito modulo di richiesta presente a questo link.

Oltre a quanto sopra la Delibera ARERA 111/2021 prevede inoltre:

  • posticipo al 31 dicembre 2021 del termine ultimo di emissione della fattura di conguaglio;
  • la proroga, per le utenze relative al sisma Italia Centrale, della dilazione di rateizzazione della fattu-ra di conguaglio fino ad un periodo massimo di 120 mesi.

MODALITÀ DI RICHIESTA DI AGEVOLAZIONI NON AUTOMATICHE

Se sei tra i soggetti che hanno diritto alle agevolazioni non automatiche, hai tempo fino al 31 dicembre 2021, per presentare al tuo fornitore la seguente documentazione:

a) dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del d.P.R. 445/2000, dell’avvenuta trasmissione agli uffici dell'Agenzia delle entrate e dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale territorialmente competenti, della comunicazione attestante l’inagibilità dell’originaria unità im-mobiliare nella titolarità del cliente ovvero dell’utente finale (da effettuare entro il 30 aprile 2021);

b) autocertificazione - solo per i soggetti beneficiari titolari di utenze/forniture ad uso domestico - che l’unità immobiliare di cui alla precedente lettera a) era la casa di residenza alla data degli eventi sismici;

c) elementi identificativi del contratto, inclusa la tipologia del contratto medesimo, rispettivamente, di fornitura di energia elettrica o di gas naturale relativo all’unità immobiliare di cui alla precedente lettera a).

Nel caso in cui l’inagibilità dell’immobile sia ripristinata prima del 31 dicembre 2021, ricordarti di darne co-municazione entro 30 giorni al tuo venditore

L’istanza e la relativa documentazione necessaria per il riconoscimento delle agevolazioni dovranno esse-re inviate entro il 30 aprile 2021 agli uffici dell'Agenzia delle entrate e dell'Istituto nazionale per la previ-denza sociale territorialmente competenti e, entro il 31 dicembre 2021, all’indirizzo info.commerciale@cert.dolomitienergia.it

FATTURA UNICA E RATEIZZAZIONE

Riceverai una fattura unica contenente le agevolazioni tariffarie e l’eventuale piano rateale entro il 31 dicembre 2021.
Rispetto invece alla rateizzazione delle bollette di conguaglio, l’importo verrà rateizzato:

  • Per importi complessivi superiori a 50 euro;
  • Senza interessi;
  • In 120 mesi (eventualmente ridotti fino a definire ratei non inferiori a 20 euro);
  • In ratei non inferiori a 20 euro.

Il pagamento verrà richiesto con la stessa periodicità della fatturazione.
Puoi rinunciare alla rateizzazione contattando ufficiocrediti@dolomitienergia.it entro il 31 dicembre 2021.

MODIFICA INDIRIZZO DI RECAPITO DELLE FATTURE (BOLLETTE)

Qualora in cui fosse necessario modificare l'indirizzo di recapito delle fatture relativamente al punto di fornitura originario è possibile:

contattare il numero verde gratuito 800.030.030;

utilizzare il modulo online di richiesta variazione del recapito fatture direttamente tramite il sito web.

FAQ

Ci sono novità rispetto alle agevolazioni previste per le popolazioni colpite dal sisma?
Sì, a seguito della Legge n. 21/2021 (che ha convertito il Decreto-legge Milleproroghe 2020), l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente) con la Del. 111/2021 ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 le agevolazioni tariffarie a favore delle popolazioni dei Comuni interessati dal sisma Italia Centrale (allegati 1, 2 e 2 bis al d.l. 189/16) con riferimento:

  • alle forniture localizzate in una «zona rossa» e alle soluzioni abitative di emergenza (SAE/MAPRE); in questo caso la proroga delle agevolazioni si applica automaticamente;
  • alle forniture relative a immobili inagibili; per ottenere le agevolazioni, i clienti titolari delle forniture dovranno comunicare lo stato di inagibilità dell'abitazione entro il 30 aprile 2021 agli uffici locali di Agenzia delle Entrate e INPS, come previsto dalla legge, ed entro il 30 giugno 2021 anche al proprio venditore, inviando apposito modulo di richiesta presente a questo link.

E’ prevista qualche agevolazione per il pagamento della fattura di conguaglio?
SI, il totale della fattura unica, se superiore a 50 €, sarà rateizzato automaticamente senza interessi per un periodo massimo di 120 mesi (con rata minima di 20€).

A chi sono destinate le agevolazioni previste dalla Delibera ARERA 252/2017?

  • Automaticamente alle forniture che erano attive alla data del sisma nei comuni del cratere (ad eccezione dei 6 comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto), definiti dagli allegati 1, 2, 2 bis del DL 189/16 ed alle forniture per le Soluzioni Abitative in Emergenza (SAE) ed i Moduli abitativi prefabbricati rurali di emergenza (MAPRE) e relativi servizi generali. Sono incluse anche le forniture delle Pubbliche Amministrazioni ad eccezione della Pubblica Illuminazione e quelle per alimentazione delle infrastrutture di ricarica pubblica per veicoli elettrici.
  • Non automaticamente (solo dietro presentazione documentazione specifica entro il 31 dicembre 2020) a casi particolari, come ad esempio: forniture situate nei 6 comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto o forniture in “portabilità”, cioè di clienti che si sono trasferiti altrove per inagibilità dell’immobile originario nel cratere.
  • Non automaticamente (solo dietro presentazione documentazione specifica entro il 30 giugno 2021) alle forniture relative a immobili inagibili per ottenere la proroga delle agevolazioni fino al 31 dicembre 2021; in tali casi, i clienti titolari delle forniture dovranno comunicare lo stato di inagibilità dell'abitazione entro il 30 aprile 2021 agli uffici locali di Agenzia delle Entrate e INPS, come previsto dalla legge, ed entro il 30 giugno 2021 anche al proprio venditore, inviando apposito modulo di richiesta presente a questo link.